Riflessologia Plantare

La Riflessologia Plantare è una pratica che affonda le sue radici nella Medicina Tradizionale Cinese e che consiste in un massaggio del piede e nella stimolazione dei suoi punti. Questa stimolazione, attraverso i meridiani, rivitalizza i diversi organi del corpo e l’intero organismo, attivando la capacità di auto-guarigione. Da questa disciplina di base sono nati diverse tecniche, tra cui la riflessologia plantare.
La Riflessologia Plantare consiste nella pressione e nel massaggioenergetico della pianta del piede (massaggio zonale) effettuato tramite una microstimolazione puntiforme, ossia una stimolazione e compressione di specifici punti di riflesso sulla pianta del piede, relazionati energeticamente ad organi e apparati.
E’ una terapia olistica (una tecnica curativa che considera la persona nella sua interezza, ovvero corpo, mente e spiritualità) che ha lo scopo di ripristinare l’equilibrio energetico del corpo attraverso l’opportuna stimolazione di punti del piede specifici. Questi ultimi, infatti, sarebbero direttamente connessi con le aree del corpo da trattare e che, pertanto, verrebbero curate di “riflesso”.
Questo massaggio plantare, è finalizzato a ridurre tutta una serie di disturbi e di patologie a carico dei diversi organi, delle ghiandole, delle strutture nervose, delle strutture ossee e delle articolazioni del corpo umano, che trovano una propria corrispondenza in punti specifici della pianta del piede; oltre a essere curativo, produce anche un prezioso effetto rilassante che influisce positivamente sui livelli di stress elevato.
Il massaggio alla pianta del piede viene effettuato da un terapeuta esperto di questa metodica, che utilizza come strumenti di lavoro esclusivamente le proprie mani. La manipolazione non si limita alla superficie, ma giunge sino alle terminazioni nervose del piede, al fine di attivare la produzione di sostanze neurochimiche che alleviano le tensioni e diminuiscono lo stress.

Fra i vari benefici riconosciuti ci sono:

I disturbi determinati da un elevato livello di stress – l’eccessiva irritabilità – l’ansia – il tono dell’umore basso – i disturbi del sonno – le difficoltà di concentrazione –  i disturbi legati alla menopausa  – l’attività ormonale –  i disturbi della vescica – la cattiva digestione – le affezioni alle vie respiratorie – la tonsillite – il mal d’orecchi  –  la stipsi – la sindrome del colon irritabile – l’eczema – la lombalgia  – la circolazione venosa e arteriosa e altro ancora.

Alcuni riflessologi ritengono che questi trattamenti sarebbe anche di giovamento ad alcune patologie degenerative (come la sclerosi multipla) e oncologiche, in quanto riducono i livelli di stress e ansia determinati dalla condizione patologica, si riduce il dolore e si stimola il paziente ad affrontare con coraggio e positività la malattia.

 

 

 

Per partecipare alle nostre iniziative è necessario iscriversi all'associazione


Operatore: Miria Vegni